La Giunta Surdi adotta il DUP

Pubblicato il 7 maggio 2021 • Comune , Comunicati Stampa 91011 Alcamo TP, Italia

COMUNICATO STAMPA DEL 07 MAGGIO 2021

ALCAMO: La Giunta Surdi ha adottato il documento unico di programmazione (DUP)

La Giunta ha adottato il Documento Unico di Programmazione che è il principale strumento di guida strategica ed operativa degli Enti locali e costituisce il presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione.
Il DUP si compone di due sezioni: la sezione strategica (SeS) e la sezione operativa (SeO), la prima ha come orizzonte temporale di riferimento quello del mandato amministrativo, la seconda quello del bilancio di previsione.
A seguire il DUP sarà presentato in Consiglio per l’approvazione; successivamente seguirà il Bilancio di previsione 2021/2023.
Dichiara il Sindaco Domenico Surdi “abbiamo adottato il DUP, tenendo conto della sfida del PNRR, inserendo fra le linee strategiche del Documento un’attenzione particolare alla programmazione volta a far si che l’Ente sia pronto alla sfida  del cambiamento richiesto proprio dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
Afferma l’Assessore al Bilancio Fabio Butera “l’amministrazione sta portando avanti con serietà e senso di responsabilità l’azione amministrativa in un anno in cui sono previste le elezioni comunali ed in un periodo di grande criticità dettata dalla pandemia e dai suoi effetti sociali ed economici.
E’ proprio nei  periodi più complessi e problematici che la politica ha il dovere di svolgere al meglio il suo ruolo che è quello di programmare e garantire una via d’uscita da questo lungo e difficile momento.
La nuova programmazione dovrà necessariamente puntare a cogliere le opportunità che arriveranno dal PNRR e pertanto, il nostro comune e, soprattutto i lavoratori saranno chiamati ad un cambiamento importante della cultura organizzativa: valori come il buon lavoro, l’autorealizzazione, lo spirito di appartenenza all’ente dovranno essere potenziati, assieme alla necessaria formazione sia di tipo tradizionale che manageriale”.